Gurrieri Associati - Studio di Architettura

Quest sito richiede l'utilizzo di Javascript. Permetti al tuo browser di utilizzare js attivando la funzione dalle preferenze del tuo browser.
committente
Chiesa Cattedrale di Pistoia
incarico
Restauro e consolidamento
collaborazioni
Arch. Giulia Cellie
Ing. Furio Lombardini
note
Edificio tutelato ai sensi
del D. Lgs. 22/01/2004, n. 42
Pistoia, 1998

con Maurizio De Vita e Alessandro Suppressa

Il Battistero di San Giovanni in Corte è uno degli edifici più evocativi e simbolici che compongono il cuore antico della città di Pistoia. L’intervento di restauro è stato essenzialmente rivolto al consolidamento e alla pulitura del rivestimento lapideo delle facciate. L’impegno si è dimostrato singolare per almeno tre ordini di problemi: la particolare tipologia architettonica, la policromia della redazione degli esterni e lo spettro complessivo dei tipi di degrado presente (microstrutturale, materico, biologico, sedimentale). Al momento della redazione del progetto è stata effettuata una rilevazione a vista, puntuale, delle parti che costituiscono il basamento in pietra, le facce dell'ottagono, la lanterna nelle sue diverse componenti, le coperture, riscontrando stadi diversi di degrado, con condizioni di pericolosità in più punti, con perdita di materiale in rapida progressione con costanti e preoccupanti infiltrazioni di acque meteoriche. I passaggi che hanno preceduto l'operatività restaurativa sono stati: la rilevazione dei fronti restituita su supporto informatico, l'identificazione e, per quanto possibile, la quantificazione del degrado (attraverso la mappatura delle facciate eseguita sulla base delle “Raccomandazioni NORMAL”), le analisi petrografiche e chimiche dei campioni prelevati e l'indagine metallografica. Questo intervento, vero e proprio restauro di un gruppo scultoreo, si è anche avvalso di tecnologie avanzate quali prove di pulitura mediante applicazione di laser sugli elementi dell'architrave del portale Nord.
© Studio Gurrieri Associati