Gurrieri Associati - Studio di Architettura

Quest sito richiede l'utilizzo di Javascript. Permetti al tuo browser di utilizzare js attivando la funzione dalle preferenze del tuo browser.
committente
UNESCO
Universitą degli Studi di Firenze
Comune di Firenze
incarico
Proposta di valorizzazione dell'area limitrofa alle Piscine di Salomone
collaborazioni
Prof. Arch. Luigi Marino
Prof. Arch. Roberto Sabelli
Arch. Serena Dinelli
Arch. Francesca Malesani
note
In collaborazione con la Fondazione "La cittą di ieri per l'uomo di domani" di Firenze
Bethlehem (1997-1998)
La proposta di valorizzazione del castello delle piscine di Salomone č stata promossa dalla Commissione Italiana UNESCO, in collaborazione con il Comune e l'Universitą degli Studi di Firenze. Nell'autunno del 1997 sono stati eseguiti i primi rilevamenti grafici di dettaglio ed una campagna fotografica del QALĄ AT EL-BURAK, un fortino a protezione delle riserve d'acqua delle cosiddette Piscine di Salomone, adiacenti all'edificio. Le ricerche sono state svolte in accordo con il General Directorate of Antiquities della Palestina, l'ufficio locale UNESCO e con l'appoggio delle Autoritą Consolari Italiane. I rilievi grafici hanno permesso la restituzione del fortino sia a livello dimensionale che dei materiali e delle strutture superstiti. II complesso, a pianta quadrangolare, presenta quattro torri agli angoli; oltre al recinto sopravvivono la torre d'ingresso, adibita a residenza occasionale, un vasto edificio adibito ad ovile che presenta quattro volte a vela ed un pilastro centrale, resti di un piccolo edificio voltato a botte usato come forno e deposito, un edificio formato da cinque cellule in linea e una cisterna a cielo aperto. Le tre grandi cisterne, fino a poco tempo fa di vitale importanza per il rifornimento idrico di Gerusalemme, presentano un rilevante potenziale di recupero sia turistico, sia come riserve d'acqua per la stessa Betlemme. I principi della minima invasivitą e della massima reversibilitą sono stati posti alla base della proposta progettuale, dai percorsi pedonali esterni, al trattamento degli elementi strutturali, alla realizzazione di un punto d'informazione e di accoglienza ed uno di ristoro, alla creazione di una terrazza belvedere sulla torre Sud-Ovest con vista sui castello e sulle piscine.
© Studio Gurrieri Associati