Gurrieri Associati - Studio di Architettura

Quest sito richiede l'utilizzo di Javascript. Permetti al tuo browser di utilizzare js attivando la funzione dalle preferenze del tuo browser.
committente
N.H. Conte Filippo Pandolfini
incarico
Restauro delle facciate e opere di consolidamento
collaborazioni
Prof. Arch. Pietro Ruschi
Arch. Lorenzo Magni
note
Edificio tutelato ai sensi
del D. Lgs. 22/01/2004, n. 42
Firenze (1995-1996)

con Maurizio De Vita

Palazzo Pandolfini, uno dei primi edifici costruiti nel settore nord-ovest della città murata alla fine del XV secolo, venne progettato, secondo la testimonianza di Giorgio Vasari, da Raffaello Sanzio per il Vescovo Giannozzo Pandolfini.Considerata la monumentalità del Palazzo, il delicatissimo intervento di restauro è stato un intervento capillare, eseguito da maestranze specializzate e altamente qualificate. Si è trattato soprattutto di un'opera di consolidamento, di protezione delle parti lapidee, molte delle quali originali, di rifacimento dell'intonaco, di tinteggiature e finitura esterna, e di piccole tassellature e reintegrazioni. I principali fenomeni di degrado, riscontrati nell'analisi preliminare, erano: deposito superficiale, disgregazione superficiale e profonda, esfoliazione e distacco, causati oltre che dall'azione degli agenti atmosferici anche dalla presenza di pluviali incassati nel muro, non più a tenuta, e per la parte basamentale, dalle offese meccaniche apportate dalla strada.II restauro ed il consolidamento sono stati effettuati nel rispetto delle tecniche e delle operazioni tradizionali, che si debbono ad un edificio notificato..
© Studio Gurrieri Associati